Abc-transports.com




Alternative Medicines






Home
News
Earth
News
Air
News
Sea


Home » News » Earth » Auto ad Acqua

Auto ad Acqua


MEZZI di TRASPORTO del FUTURO
MEAN of  TRANSPORTS in  the FUTURE

BENZINA ? NO, ARIA e ACQUA
Tratto da : Nexus

Guy Nègre, per molti anni ingegnere responsabile della progettazione dei motori di Formula i della squadra Williams­Renault, aveva da tempo un' incredibile idea in mente. Dopo essersi ritirato dall'attività professionale, questa idea é riuscito a metterla in pratica: muovere un veicolo per mezzo dell'aria compressa.
Dallo sviluppo dì questo concetto é derivata una serie di veicoli estremamente interessanti, non solo dal punto di vista tecnico, economico e ambientale ma soprattutto dal punto di vista produttivo.
Infatti, la produzione dei veicoli é prevista con unità che comprendono la fabbricazione di ogni componente, il loro assemblaggio, la vendita diretta e l'assistenza. Queste attività si svolgeranno in complessi modulari a dimensione «umana» che possono partire già con 100 dipendenti capaci di produrre 2.000 veicoli all'anno per crescere fino a 280 lavoratori con una capacità produttiva di 8.000 veicoli. E' evidente come simili minipoli produttivi, oltre a creare posti di lavoro qualificati, avranno un impatto ambientale estremamente ridotto sul territorio, diversamente dai mega-stabilimenti dell'ndustria automobilistica che tanto scempio hanno portato al tessuto sociale e all'ambiente dei nostri paesi.
Un'idea forte, con un elevato profilo etico che presto vedremo realizzata
anche nel nostro paese dalla società Eolo Italia. Jean Claude Pastorelli, il suo presidente, ci ha anticipato che la prossima rete italiana prevede dieci stabilimenti distribuiti su tutta fa penisola. Dovrebbero diventare operativi a partire dalla primavera deI 2002, ma per il momento la produzione avviene solo in Francia, nello stabilimento di Nizza che in questo periodo é al tempo stesso centro di formazione professionale per i tecnici che inizieranno l'attività all'estero.
Il motore ad aria compressa è totalmente non inquinante, bicilindrico, bialbero con temperature di funzionamento interne che non superano i 400 gradi, permettendo un'usura estremamente bassa e una funga durata degli organi meccanici. Sfrutta un brevetto deIl'ngegner Nègre che arresta la corsa del pistone al punto morto superiore creando nel cilindro una camera a volume costante. L'alimentazione é garantita da 300 litri di aria compressa immagazzinata a 300 bar in tre bombole cilindriche in fibra di carbonio in grado di fornire un'autonomia di oltre 200 km ad un veicolo con cinque persone viaggiante a 60 chilometri all'ora. P
iù che sufficiente per la maggior parte degli spostamenti quotidiani urbani, perché gli automezzi Eolo sono studiati essenzialmente per un utilizzo cittadino.

Il telaio in lega leggera conferisce robustezza alla scocca, alloggia e protegge le bombole dell'aria. li rifornimento potrà essere effettuato in due modi: o con il compressore elettrico incorporato sul veicolo che tramite una qualsiasi presa a 220 volt consente la ricarica in circa quattro ore, oppure con un distributore volumetrico di aria compressa che esegue la ricarica in tre minuti.
Attualmente vengono prodotti quattro modelli. il pick up e il furgone per lavoro, L'utilitaria e Il taxi. Questi ultimi veicoli consentono il trasporto di 5 o 6 persone in assoluta comodità, in silenzio, senza odori nauseabondi, senza inquinare l'ambiente e con costi di gestione incredibilmente bassi. Se vogliamo parlare di costi, per percorrere 100 chilometri con un veicolo della Eolo penderemmo difatti circa 1.500 lire. Avete letto bene: millecinquecento lire, meno del costo di un litro di benzina, per spostarsi per 100 chilometri e il tutto con un insignificante impatto sull'ambiente circostante.


Da un'idea dell' ex progettista dei motori di F1 Williams-Renault è nata in Francia una serie di veicoli che funzionano ad aria compressa e che stanno per sbarcare anche in italia:  un altro passo verso l'auto"BIO" ?

Aggiornamenti:
la fabbrica francese ha smesso di costruire le vetture ad aria compressa e per circa 7-8 anni la "cosa" e' stata messa in un cassetto.
Nel 2009 pero' il brevetto e' stato venduto ad una azienda Indiana di auto, che ha promesso di utilizzare una fabbrica per iniziare a costruire in serie quei mezzi di trasporto.



by VGP




We are not responsible of the correctness and of the solvency of the advertisers of our network. Because of the mutable circumstances and of the complex nature of the information within the logistic and the transport the Publisher of the Portal, will not be responsible for all actions undertaken form the readers, regarding the furnished information and for the updating of the data furnished by the single advertisers.


Webmaster - Copyright © 1998, concessionaire: I.P. ELMORIANA LTD - All rights reserved