Abc-transports.com




Alternative Medicines






Home
News
Earth
News
Air
News
Sea


Home » News » Utility info » GPL e Smog

GPL e Smog


GPL (Gas Propano Liquido) e Smog

SMOG: CON GPL AUTO, 400 MLN RISPARMIO SPESA SOCIALE
ROMA - E' sempre piu' emergenza nelle grandi citta' per l'aumento inarrestabile dei livelli di inquinamento. La maggior parte dei centri urbani esaurira' prima della fine di febbraio i 35 giorni concessi di superamento della soglia di concentrazione delle polveri sottili PM 10 ed una delle opzioni per risolvere il problema e' l'utilizzo diffuso del GPL (Gas Propano Liquido) per autovetture e autoveicoli in genere. Soluzione che porterebbe anche evidenti benefici in termini di risparmio alla spesa sociale.
La maggior diffusione del Gpl auto - secondo quanto emerso dallo studio di Euromobility presentato oggi alla Tavola Rotonda 'Emergenza Aria, la soluzione Gpl' promossa da Assogasliquidi/Federchimica e Cosorzio Ecogas - potrebbe infatti consentire un risparmio di circa 400 milioni di euro per quanto riguarda i costi sociali sostenuti dal nostro Paese. I benefici ambientali derivanti dall'adozione del gas propano liquido per autotrazione sono valutabili in termini di riduzione dei costi sociali che deriva dalla diminuzione delle malattie provocate dall'esposizione agli agenti inquinanti prodotti dal traffico veicolare.
Il costo sociale dell'inquinamento atmosferico e' valutato pari a circa l'1,7 del Prodotto interno lordo e considerando una riduzione delle emissioni inquinanti dell'ordine del 2% si determinerebbe appunto un risparmio di circa 400 mln di euro. ''I risultati dei test - sottolinea Rita Caroselli, direttore di Assogasliquidi Federchimica - hanno riguardato sia i gas inquinanti regolamentati (NOx, CO, HC e particolato) all'atto dell'omologazione dei veicoli, sia i gas non soggetti a tale regolamentazione (aldeidi, particene ultrafìni, idrocarburi aromatici e poliaromatici).
Quasi tutti questi inquinanti sono, pero', soggetti ai limiti di concentrazione in aria stabiliti dalle direttive europee analogamente a quanto succede per i gas ad effetto serra, principalmente CO2, le cui emissioni dai veicoli non sono soggette a limiti di legge, ma al tempo stesso rientrano in un piano di riduzione delle emissioni da traffico veicolare.
Il GPL è una risposta a questi problemi poiche' fornisce risultati incoraggianti sotto tutti i punti di vista''. Per quanto riguarda invece i due inquinanti piu' preoccupanti per lo stato della qualita' dell'aria dei nostri centri urbani - spiega Alessandro Tramontano, direttore Consorzio Ecogas - ''basti solo pensare che le emissioni di particolàto fine ed ultrafine da parte dei veicoli alimentati a GPL sono praticamente nulle, mentre gli ossidi di Azoto (NOx) sono del 96% inferiori al Diesel e del 68% inferiori alla benzina.
Inoltre, l'utilizzo quotidiano di un mezzo alimentato anche a gas consente di contribuire strutturalmente all'abbattimento delle emissioni nocive, in quanto il veicolo continua ad inquinare meno per 365 giorni all'anno e ovunque circoli. Ecocompatibilita', questa, che consente ai mezzi a GPL e metano di circolare anche in caso di limitazioni al traffico''. Lo studio di Euromobility ha calcolato che in tre anni (2003-2005) vengano effettuate 567.621 trasformazioni a Gpl, le quali si aggiungono al normale trend di trasformazione oggi in atto.
Le trasformazioni indotte dagli incentivi porterebbero ad una percentuale di trasformazione complessiva dell'1,38%. Si giungerebbe cosi' nel 2005 ad una percentuale di veicoli alimentati a Gpl pari al 4,6% circa rispetto al parco totale italiano. Dall'indagine e' emerso come la sostituzione di veicoli diesel e soprattutto veicoli commerciali a favore del Gpl porterebbe a miglioramenti ancora piu' rilevanti. Gli inquinanti maggiormente interessati dalla sostituzione dei veicoli commerciali a benzina sono il monossido di carbonio, i componenti organici volatili ed il benzene, per cui si evince che ''la sostituzione di veicoli commerciali a Gpl porterebbe benefici maggiori rispetto alla sostituzione di auto diesel''. (ANSA). KQU

Ansa




We are not responsible of the correctness and of the solvency of the advertisers of our network. Because of the mutable circumstances and of the complex nature of the information within the logistic and the transport the Publisher of the Portal, will not be responsible for all actions undertaken form the readers, regarding the furnished information and for the updating of the data furnished by the single advertisers.


Webmaster - Copyright © 1998, concessionaire: I.P. ELMORIANA LTD - All rights reserved