Abc-transports.com




Alternative Medicines






Home
News
Earth
News
Air
News
Sea


Home » News » Utility info » Treni a Levitazione magnetica

Treni a Levitazione magnetica


MEZZI di TRASPORTO del FUTURO MEAN of  TRANSPORTS in  the FUTURE

TRENI a LEVITAZIONE MAGNETICA



Il prototipo sperimentale di un treno a levitazione magnetica (maglev) ha stabilito il record mondiale di velocità correndo a 581 chilometri orari lungo la linea sperimentale di Otsuki, 80 chilometri a ovest di Tokyo.

Il primato è stato raggiunto con passeggeri a bordo. La corsa a 581 chilometri orari ha concluso la fase di sperimentazione del prototipo. A questo punto, la Central Japan Railway Co., società che ha condotto la sperimentazione, comincerà a preparare la commercializzazione del treno per il trasporto passeggeri. Con treni di questo tipo, i 500 chilometri tra Tokyo e Osaka potrebbero essere percorsi in circa 1 ora.
Questi treni viaggiano in assenza di attrito, grazie alla "levitazione" prodotta da un campo elettromagnetico che li mantiene costantemente sollevati dal binario. La trazione è prodotta da una ulteriore interazione elettromagnetica fra la parte inferiore del convoglio e il binario analoga a quella che avviene in un motore elettrico. Il binario è costituito da una piattaforma realizzata su viadotto e attrezzata per ottenere gli effetti elettromagnetici necessari per la levitazione e la trazione.


Attualmente nel mondo esiste una sola linea commerciale di treni a levitazione magnetica: si tratta del collegamento tra il centro di Shanghai e l'aeroporto internazionale Pudong, inaugurato il 31 dicembre 2002. Il servizio, non ancora pienamente operativo, consente di percorrere i 30 chilometri del tracciato in 8 minuti, viaggiando ad una velocità massima di 430 chilometri orari. Il treno a levitazione magnetica di Shanghai è stato prodotto da un consorzio tedesco formato da Siemens, ThyssenKrupp e Transrapid International. Il costo complessivo dell'opera è stato pari a circa 1,2 miliardi di dollari.


Grazie alla velocità che sono in grado di raggiungere, i treni maglev possono essere concorrenziali con gli aerei per spostamenti fino a circa 800 chilometri, includendo i tempi d'accesso tra aeroporti e i centri delle città.


A partire dal 2009 un collegamento analogo a quello realizzato a Shanghai dovrebbe entrare in funzione in Germania, tra il centro di Monaco e l'aeroporto. In Olanda si sta pensando alla realizzazione di una linea maglev per collegare la regione del Randstad con la parte settentrionale del paese, mentre negli Stati Uniti dovrebbe essere imminente la decisione di finanziare una linea maglev tra Pittsburgh ed il suo aeroporto oppure tra Baltimora e Washington.


Ulteriori informazioni sul treno maglev entrato in funzione a Shanghai possono essere acquisite su : Transrapid International  -    BBC    -    WIRED                                

 

MA SONO INNOCUI ???

Scivolano ad alta velocità, sospesi dal suolo per effetto di una forza invisibile, potenti, sicuri e soprattutto silenziosi. Treni verso una nuova frontiera nei trasporti. 
Ma è davvero "tutto oro quel che luccica"?

Più che ottimistica sulla carta l'immagine che dovrebbe accompagnare nei prossimi anni lo sviluppo dei nuovi treni a levitazione magnetica, i Magnetically levitated trains (Maglev). 

Una visione del futuro su rotaie, che purtroppo, come in molti altri casi, potrebbe riservare qualche sgradita sorpresa
.
Secondo le ricerche realizzate da Joos Vos, ricercatore al Dutch Research Institute TNO Human Factors di Soesterberg, pubblicate proprio in questi giorni dalla rivista Journal of the Acoustical Society of America, sembra, infatti, che i primi prototipi siano sensibilmente più rumorosi rispetto ai treni convenzionali.

Per le sue ricerche Vos si è servito della registrazione dei rumori che si percepiscono nelle abitazioni in prossimità delle linee dove transitano normali treni intercity e i primi sistemi Maglev. Rumori che, in un secondo tempo, sono stati valutati avvalendosi delle reazioni prodotte in un campione di popolazione significativo. 

La risposta è stata abbastanza inaspettata: i treni Maglev possono produrre maggiore disturbo in chi dovesse abitare nelle vicinanze delle nuove linee ferroviarie
.

Indubbiamente si tratta di un risultato imprevedibile tenuto conto dei principi su cui si basa il funzionamento di questi treni. Grazie a fortissimi campi magnetici i Maglev riescono a rimanere sospesi dalle rotaie ad una distanza di qualche centimetro. In questo modo l'attrito con il suolo risulta drasticamente ridotto e questo consente di far viaggiare i convogli ad una velocità doppia rispetto a quella dei più moderni intercity.

I primi prototipi di questi straordinari mezzi di trasporto sono stati sperimentati in Giappone, Germania e Cina, mentre la prima linea aperta al pubblico è stata realizzata dalla società tedesca Transrapid e congiunge la città cinese di Shanghai con l'aeroporto cittadino di Pudong. I treni in servizio su questa tratta possono raggiungere la fantastica velocità di 500 chilometri l'ora. 

I Maglev sembrano perciò destinati a un sicuro e rapido sviluppo tanto che solo negli Stati Uniti sono previsti già due diversi progetti nelle regioni di Pittsburgh e Baltimora
.

Ma il futuro di questi treni dovrà tenere anche in debito conto del possibile impatto ambientale. Studi realizzati in precedenza, sembravano dimostrare che i treni Maglev e quelli convenzionali generavano un livello di rumore equiparabile. Le nuove ricerche dimostrano però, ancora una volta, che nella valutazione fisiologica del disturbo arrecato dal rumore è importante non solo il volume dei suoni ma anche quali toni sono effettivamente emessi. 

I Maglev produrrebbero un rumore più simile a quello generato da un aereo che non a quello di un treno, producendo così una sensazione molto più fastidiosa
.

Levitating trains make a racket

The Baltimore-Washington Maglev Project

Overview of Maglev R&D


By Panorama: http://www.panorama.it/scienze/tecnologie/articolo/ix1-A020001024169

 

Panorama




We are not responsible of the correctness and of the solvency of the advertisers of our network. Because of the mutable circumstances and of the complex nature of the information within the logistic and the transport the Publisher of the Portal, will not be responsible for all actions undertaken form the readers, regarding the furnished information and for the updating of the data furnished by the single advertisers.


Webmaster - Copyright © 1998, concessionaire: I.P. ELMORIANA LTD - All rights reserved